Echeion RSS
giovedì, 24 agosto, 2017 5:12

Cifra record per Francis Bacon

bacon12 Novembre 2013 a New York: l’arte raggiunge cifre da capogiro. Stiamo parlando del trittico Three studies of Lucian Freud del pittore di origine irlandese Francis Bacon, venduto all’asta, organizzata da Christie’s, per il prezzo mai raggiunto prima di 142,4 milioni di dollari, che corrispondono a più di 105 milioni di euro.

L’opera è stata aggiudicata dall’Aquavella Gallery, che sembra l’abbia acquistata per un cliente rimasto anonimo; è partita da un prezzo iniziale di 85 milioni di dollari, aumentato a dismisura fino a raggiungere una somma inaspettata, che ha battuto senza riserve il campione in carica: L’urlo di Edvard Munch, venduto lo scorso anno per la cifra record di 119,9 milioni di dollari ad un’asta di Sotheby’s.

Il trittico, del ‘69, raffigura l’artista Lucian Freud seduto su una sedia, nipote del pensatore Sigmund nonchè intimo amico dell’autore, e fa parte di una serie di altri ritratti di amici di Bacon, sempre degli anni Sessanta. jeff koonsHa una storia travagliata: i tre pannelli sono stati separati alla metà degli anni Settanta e riuniti alla fine degli Ottanta; l’opera ricomposta è stata poi esposta nel 1999 nel Connecticut e solo nell’ottobre del 2013 in Inghilterra. Francis Outred, di Christie’s, descrive l’opera come «un vero capolavoro» e «un’icona indiscutibile dell’arte del ventesimo secolo», che segna il rapporto creativo ed emotivo tra i due artisti, raffreddatosi poi negli anni Settanta.

Ma all’asta del 12 novembre, che ha ricavato una somma complessiva di 691 milioni di dollari, nettamente superiore alle aspettative, non si è assistito ad un unico record: è stato raggiunto infatti anche il più alto prezzo per un’opera di un artista vivente. L’opera in questione è Baloon Dog (orange), una scultura in acciaio inox di colore arancione, appartenente ad una serie di cinque, venduta per 58,4 milioni di dollari. L’autore è Jeff Koons, scultore, pittore e artista statunitense, considerato l’erede di Andy Warhol, perché reporter ironico del consumismo dello stile di vita americano. La somma raggiunta dall’enorme scultura di Koons batte decisamente il primato detenuto da un artista contemporaneo: Gerhard Richter con la sua Domplatz, Mailand – la piazza del Duomo di Milano – aveva incassato ben 37,1 milioni di dollari.

Queste cifre da capogiro confermano quanto sia forte il mercato del’arte: battendo tra l’altro, gli 85 milioni di dollari del Trittico 1976, sempre di Bacon, ricavati nel 2008 da un’asta di Sotheby’s, i pannelli di Lucian Freud sono divenuti l’opera più pagata della storia.

Erika Cioffi

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?