Echeion RSS
mercoledì, 20 settembre, 2017 9:30

Lo Zar di tutte le Russie

20 dicembre 2013 Attualità, Hot News

putin-1Vladimir Putin. Un nome che solo qualche anno fa, precisamente nel 2008 (quando il suo “delfino” Dmitrij Medvedev divenne Presidente della Federazione Russa) pensavamo di non sentire più. Sbagliando. Perché quattro anni dopo, nel 2012, lo Zar di tutte le Russie è tornato a riprendersi il seggio (o il trono) ceduto a tempo determinato, riaffacciandosi sulla scena politica mondiale più ruggente che mai.

In poco più di un anno e mezzo Putin è riuscito, tra i denti stretti dell’Occidente e sotto lo sguardo sospettoso della Cina, a riportare la Russia a quel posto di superpotenza mondiale che dopo la fine della Guerra Fredda si pensava non potesse più avere: ci è riuscito andando per certi versi nella direzione opposta a quella del liberalismo, accentrando la produzione energetica russa nelle mani di oligarchi statali, ma mantenendo buoni rapporti con i “super-ricchi” che affollano ora gli sdegnosi salotti di Londra e di New York tra i commenti scandalizzati delle ladies.

time-putinCertamente, la sua figura è discutibile e discussa: ma la rivista Time gli ha dedicato la copertina di uomo dell’anno, un sondaggio di una rivista indipendente ha appena rivelato che un terzo circa dei russi ritengono che Putin sia il personaggio politico più importante dell’anno (nel mondo) e a un qualsiasi politologo non dev’essere sfuggito che ormai la Russia abbia preso il posto degli Stati Uniti come egemone degli equilibri mediorientali, dopo la disastrosa gestione da parte di Obama della crisi siriana. Dall’Iran al caso Snowden, Putin finora ha sempre avuto l’ultima parola. Piccoli segnali, certo, contrastati dalle numerose forme di protesta – Femen, ucraini, ecologisti, Pussy Riots: tutti nello stesso calderone – che si oppongono alla figura dello ZarTra l’altro, lo stesso sondaggio che l’ha eletto uomo dell’anno – promosso da Levada-zentr –, ha anche evidenziato come solo l’un per cento (sì, è un dato scandaloso) dei cittadini russi si dichiari interessato alla politica: il restante 99, invece, è convinto che tutto sia comunque scritto, ma non si dichiara affatto scontento di questa situazione. Putin über alles, in un modo o nell’altro.

putin-2Già, l’altro modo: non è affatto un segreto, infatti, che il 61enne Putin non si faccia problemi a risolvere in modo sbrigativo le questioni più spinose, come ad esempio quella ucraina; la Russia ha tirato fuori il libretto degli assegni, e con un investimento di circa 20 miliardi di dollari ha fatto pendere dalla propria parte la bilancia di Yanukovich. Questione risolta, e tanti saluti all’Ue. Che, se ancora non l’avesse capito, schiacciata tra Stati Uniti, la nuova Russia e la cara, vecchia Cina non sembra poter avere più molto da dire.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?