Echeion RSS
giovedì, 17 agosto, 2017 9:27

Trame mancanti per gli Dei dell’Olimpo

26 settembre 2013 Cinema & Teatro, Hot News

percy-jackson-e-gli-dei-dell-olimpo-il-mare-dei-mostri-scenaLa nuova, o forse no, moda di Hollywood l’abbiamo capita tutti, proporre film per adolescenti con protagonisti della stessa età del pubblico, possibilmente con poteri divini, semidivini, magici o con capacità innate fuori dal comune.

Ecco, forse non è proprio una cosa nuova, la novità sta principalmente nel come questi film vengono realizzati. L’utilizzo di grandi effetti speciali è un classico, siamo nel 2013 e la tecnologia è molto avanzata in questo campo.

Quello che manca però sono le storie, le trame! Probabilmente l’industria hollywoodiana è stata colpita dalla recente scomparsa di tutti gli sceneggiatori e a scrivere ora ci sono, come nel Krusty Show, delle scimmie con cappellini e sigarette; se così non è, la mancanza totale di trame si può attribuire solo alla pigrizia dei produttori.

Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – il mare dei mostri è l’ennesima conferma di questo trend. La trama si risolve in due righe: la barriera che protegge il campo di semidei viene distrutta e l’albero che la generava viene avvelenato. Per salvare il campo e l’albero, la figlia di Marte viene mandata in missione a cercare il Vello d’Oro nel mare dei mostri (il triangolo delle bermuda); Percy ovviamente indotto da una profezia, partirà segretamente con i suoi amici per la stessa ricerca.

Percy-jackson-locandinaIn tutto ciò torna Luke che, adirato con suo padre Ermes, tramerà per risvegliare Kronos e distruggere l’Olimpo. Percy e la compagnia riusciranno a salvare l’Olimpo e con esso la Terra? A voi scoprirlo. Di fondo la trama è abbastanza scontata ma presenta il potenziale per la realizzazione di un film se non ottimo, almeno buono.

Ecco, questo potenziale è ancora tutto da scoprire poiché Thor Freudenthal, il regista, sembra aver usato l’intero budget, immagino già misero, del film per gli effetti speciali (nemmeno così grandiosi) risparmiando sul girato. Un esempio: Luke ha finalmente appoggiato il Vello d’Oro sul sarcofago di Kronos e questo si sta risvegliando e Percy, che potrebbe allungare il braccio, prendere il Vello ed evitare la catastrofe, cosa fa?

Abbraccia suo fratello per tre interi minuti così da permettere a Kronos di risvegliarsi. O ancora, l’epica battaglia tra Percy, il prescelto che potrà salvare l’Olimpo o farlo cadere, e Kronos, attesa per tutto il film si risolve in una scena della durata di un minuto scarso, epica! Il film si sottotitola «il mare dei mostri», ma di mostro se ne vede solo uno, e nemmeno troppo spaventoso, se non si contano le murene giganti dei titoli di testa. Un film deludente sotto molti aspetti.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

Che cosa ne pensi?