Echeion RSS
giovedì, 17 agosto, 2017 11:57

Come farsi mollare su due piedi a San Valentino

Come farsi mollare su due piedi a San Valentino

san-valentino

Magari state uscendo con una che non vi piace affatto. Magari è San Valentino e vi tocca anche spendere soldi e farle un regalo. Perché dunque non approfittare dell’occasione e scegliere l’oggetto perfetto per convincerla che siete dei disgraziati e farvi piantare in asso?

Niente paura, sono sufficienti un po’ di inventiva e acquisti oculati.

Potreste prendere qualcosa di “utile”, per esempio. Lei si è lamentata che le si è rotto il frullatore o che la lavatrice perde acqua? Siete a posto, omaggiandola del suddetto elettrodomestico vi ritroverete single a velocità lampo, attenti però a schivarlo quando lei ve lo tirerà dietro.

Vanno benissimo anche i kit preconfezionati, tipo crema e bagnoschiuma della Bottega Verde, che fanno capire chiaramente che non sapevate cosa prendere e avete scelto a caso. L’eccedere nel regalare shampoo e deodoranti potrebbe inoltre convincere la vostra ragazza che voi vogliate invitarla a lavarsi di più. Vi odierà a morte e voi avrete raggiunto il vostro scopo.

Ottimi anche gli omaggi in stile “regina della casa”, come un bel grembiule o un manuale di cucina. Se lei è un disastro ai fornelli, glielo farete notare con la delicatezza di un elefante, se invece è brava, darete l’impressione di volerla tutto il tempo a sfacchinare per riempirvi la pancia.

Il colpo migliore però si fa con il regalo osè: libri sul kamasutra, frustini vari o biancheria da spogliarellista vi faranno immediatamente apparire come depravati e faranno fuggire la vostra fidanzata a gambe levate. Lo stesso vale per le camicie da notte o i pigiami: il cotone potrebbe risultare simpatico, dovete puntare su capi in poliestere trasparente (la seta e il raso sono troppo chic), che si possono utilizzare per dormire solo a condizione di metterci sopra il cappotto.

Se proprio siete senza un soldo (o non siete disposti a spendere alcunché per quella là) non vi resta che un’ultima arma: incoraggiate le sue aspettative su un San Valentino romantico, permettetele di figurarsi gioielli di Tiffany e cene a lume di candela e poi freddatela il giorno stesso con un lapidario “io non festeggio San Valentino, è una festa commerciale”. Vi leverà il saluto.

Se invece ci tenete un minimo alla ragazza che vi sta accanto, non raffazzonate qualcosa all’ultimo minuto, sperando che lei non se ne accorga, prendetevi del tempo per scegliere qualcosa che la renda veramente felice.

E se una volta, anche con le migliori intenzioni, prendete una cantonata assurda, pazienza. Ogni tanto (soprattutto agli inizi della relazione) ci sta, rideteci su e fate tesoro dell’esperienza per l’anno prossimo.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?