Echeion RSS
sabato, 21 gennaio, 2017 2:06

Polizze auto: i numeri e le statische più interessanti del 2015

Polizze auto: i numeri e le statische più interessanti del 2015

Statistiche alla mano bisogna dire che in tutte le famiglie italiane vi sono “almeno” due automobili, ecco perché diviene d’interesse comune scoprire le tendenze e i dati relativi alle polizze assicurative.

Grazie all’Osservatorio RC Auto emergono notizie interessanti che ci danno le prime indicazioni con riferimento all’anno 2015, per comprendere come orientarsi nella futura scelta della giusta compagnia assicurativa.

Secondo i dati rilevati dai vari siti di comparazione, negli ultimi 12 mesi, si è registrato in Italia un risparmio del 74% circa sulle polizze RC auto.
É evidente che la statistica si basa su una percentuale di polizze, che a parità di condizioni contrattuali, nel 2014 sono state stipulate con una netta differenza di almeno 132 euro. Un esempio: una polizza auto, annua, fatta a settembre 2014 con 642 euro circa, è stata conclusa a settembre 2015 con soli 510 euro, senza variazioni nei termini del contratto.

Questo tipo di risparmio si verifica soprattutto sulle “nuove” polizze, forse per questo motivo molti utenti tendono a cambiare compagnia assicurativa ogni anno, e a rivolgersi sempre più spesso ai siti di comparazione online. Il vantaggio è immediato in termini economici, il tasso RC auto e degli altri servizi è più basso in ingresso, poi tende a “normalizzarsi”. In realtà, non è detto che si alzi, può restare tale ma lo sconforto di vedersi un preventivo di rinnovo per nulla più basso, è tale da spingere a cambiare di netto la compagnia assicurativa. Ogni anno se ne cerca una nuova o si cerca un dialogo con la stessa per “spuntare” un vantaggio o uno sconto: nel 2015 si è verificata una tariffa media di 500 euro a polizza, rispetto ai 600 e più dello scorso anno. Questo è un dato di fatto.
Un ulteriore dato di fatto è che, pur di risparmiare, gli italiani sono costretti a rinunciare di netto a importanti garanzie accessorie. Solo nell’anno 2015 c’è stato un notevole calo dei servizi richiesti nella polizza unitamente alla semplice RC: bisogna invece ricordare che spesso per non pagare una piccola somma in più sulla corrente polizza, si può andare incontro all’esborso di somme ingenti, in caso d’incidenti o imprevisti.

I numeri dell’anno in corso ci raccontano questo:

- solo il 4% ha richiesto la copertura per gli eventi naturali;
– meno del 7% per i cristalli;
– circa il 25% ha aggiunto gli Infortuni al Conducente;
– quasi il 23% ha richiesto nel contratto la Tutela Legale;
– l’assicurazione Furto e Incendio ha subito un vertiginoso calo, quasi del 40%, rispetto allo scorso anno (dovuto, in parte, anche alla scelta sempre maggiore di auto usate);
– resta in pole position, l’Assistenza Stradale, che gli italiani continuano a richiedere, stando a più della metà delle polizze stipulate. Forse l’idea di restare a piedi, in qualche modo, vince anche sui prezzi.

Nell’anno 2015 ci sono alcune compagnie assicurative che hanno fatto registrare il maggior numero di polizze auto. Ne vediamo insieme alcune per confrontare le diverse offerte e i relativi vantaggi.

1) Genialloyd vanta competenza e professionalità da anni nel mercato: un gran numero di polizze auto attive in crescita ogni anno, con soluzioni personalizzate. Coperture per “guida libera”, riservative agli under 23, e per “guida esperta”, con possibilità di richiedere anche la garanzia kasko: un indennizzo che opera con scoperti del 10% sui danni subiti dall’auto. Se si salva il preventivo online, viene bloccato il prezzo fino a 6 mesi.

2) Direct Line: una polizza auto su misura per ogni esigenza. Solo nel 2015 ha registrato un incremento del 15% in più di nuove polizze, grazie anche all’innovativa formula del soddisfatti o rimborsati: si può, infatti, cambiare idea anche dopo la stipula, non oltre i 30 giorni dalla sottoscrizione, qualora si trovi un’offerta migliore. Propone preventivi per tutte le tasche, secondo i servizi richiesti, con polizze a partire da 294 euro l’anno.

3) Quixa. Una scelta in crescita fra gli italiani. Si risparmia fino al 40% su una nuova polizza auto, garanzie accessorie di tutti i tipi più una novità molto apprezzata: la formula della zero rivalsa in caso d’ebrezza. La compagnia, se il tasso alcolemico del conducente non supera lo 0,8gr/l, rinuncia al suo diritto di rivalsa. Polizze complete a partire da 304 euro l’anno, pagando con carta di credito c’è un ulteriore sconto del 10%.

Anche Zurich Connect e ConTe propongono vantaggiose polizze auto con snelle procedure: il trucco è confrontare l’offerta migliore in base a ciò di cui necessitate.

Gianvito Biagianti

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?