Echeion RSS
giovedì, 24 agosto, 2017 8:53

Russare: problema singolo o plurale?

russare-patologiaNon vedi l’ora di passare una notte con la tua dolce metà fino a quando non scopri che..russa! Provi a tapparti le orecchie per addormentarti, cambi posizione continuamente per frenare la tua insofferenza, ma nulla pone rimedio a questo fastidio.

Il russare è da sempre stato considerato più un male per chi sta accanto e ascolta che per il soggetto stesso ma questo è solo un luogo comune da sfatare in quanto, è stato dimostrato che russare non è solo un fastidio per gli altri ma può diventare un problema anche per il russatore stesso.

Ad oggi il 45 per cento degli adulti russa di tanto in tanto, il 25 per cento lo fa abitualmente. Gli uomini e le persone in sovrappeso sono più soggette a questo problema che avanza con il passare degli anni.

Il famigerato ronf è causato dalle vibrazioni prodotte dagli ostacoli che incontra la corrente aerea in entrata e in uscita dalle vie respiratorie, cioè inspirando ed espirando durante il sonno.

A causa della respirazione irrequieta nei polmoni arriva meno aria, l’ossigenazione del sangue si riduce e il cervello ne risente così al mattino si avvertono stanchezza e cefalea e sonnolenza durante la giornata per non parlare delle ripercussioni sul partner poiché secondo un sondaggio condotto da un’azienda farmaceutica nel 28 per cento delle coppie, su più di 1 100 prese in campione, si finisce per passare più di qualche notte in camere separate. Russare non è indice di sonno profondo perché chi lo fa in modo continuo e consistente ha dei micro risvegli durante la notte che riducono e disturbano il vero riposo.

russareÈ possibile arginare la situazione seguendo semplici e utili consigli. Innanzitutto sarebbe buona norma consumare un pasto serale leggero e il più possibile sano. Umidificare la stanza sarebbe un bene, perché l’aria troppo secca può provocare ostruzione respiratoria nasale, costringendo il soggetto interessato ad una respirazione orale e quindi rumorosa.

Dormire con due cuscini potrebbe migliorare la respirazione, al contrario i cerotti per il naso non sono molto utili in quanto, quest’ultimo, non ha un ruolo determinante nel generare il ronzio. Dormire supini è assolutamente sconsigliato poiché si favorisce il collasso del palato molle e quindi si restringe lo spazio per il passaggio dell’aria. Ma, mettendo da parte ogni spiegazione scientifica del fenomeno e i problemi che comporta, in fondo in fondo, quel familiare ronzio del nostro partner o di un familiare riempie il vuoto creato dal silenzio della notte

Elena Braia

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?