Echeion RSS
lunedì, 21 agosto, 2017 6:19

Salento, nella morsa del ritmo

pizzica-tarantataAlto nel cielo, un sole accecante tinge di luce la pietra dei muretti a secco. Lungo i lati delle strade, file e file di ulivi ti guardano enigmatici, curvi come vecchine che la sanno sempre più lunga di te. Nell’aria un vento orientale. Siamo nel Salento, una terra dal ritmo impetuoso: quello della pizzica.

Variamente diffusa in tutto il nostro meridione, questa suggestiva danza popolare nata tra le province di Lecce e Brindisi ha radici antiche: oltre ad animare i momenti di festa e svago delle umili società contadine dei secoli passati, si trova legata alle pratiche terapeutiche contro il dibattuto e misterioso fenomeno del tarantismo. Si tratta di un evento isterico-convulsivo che la credenza popolare attribuiva al morso della tarantola e che colpiva specialmente le giovani donne nubili nel periodo estivo della mietitura, togliendo loro il senno. In una sorta di esorcismo rituale attraverso la musica, le tarantolate venivano spinte a ballare, dimenarsi senza tregua in una danza sfrenata al ritmo di vari strumenti (tra cui il caratteristico tamburello) finché libere dal veleno del ragno che le aveva pizzicate.

tamburello-da-pizzicaÈ possibile accostare al mito una spiegazione scientifica: il ballo convulso, stimolando col sudore il rilascio di endorfine, aiuta a eliminare il veleno. Con i mutamenti nei costumi sociali il fenomeno del tarantismo si è estinto, ma la pizzica è rimasta viva nella tradizione del folklore salentino, anche riletta in chiave attuale dai giovani, con influssi etnici, ma in uno spirito sempre passionale.

Una delle varianti la vede come una danza di corteggiamento. Si balla in coppia, ben distinti i ruoli uomo e donna (vestita tipicamente di scialli e lunghe gonne): una postura eretta e composta lei, a braccia chiuse, più audace lui, che si protende come per cingerla a distanza ed entrare nelle sue grazie; è però la donna a condurre il ballo, metafora del gioco amoroso, e si fa rincorrere in una serie di piccole fughe, guizzi, giravolte e saltelli velocissimi, lo sguardo fisso negli occhi del partner.

Notte della TarantaOggi la pizzica è protagonista delle numerosissime sagre e rassegne estive dei comuni del leccese, che culminano in agosto con il festival della Notte della Taranta a Melpignano attirando migliaia di fan e curiosi.

Viaggiamo verso paesi lontani, spesso senza notare i tesori sotto il nostro naso. La musica è solo una fra le sorprese di questa terra vivace e generosa di colori, che invita a danzare con lei: e una volta che ti pizzica… non guarisci più.

Arianna Tarantino

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

Che cosa ne pensi?