Echeion RSS
venerdì, 18 agosto, 2017 6:59

La rinascita del Kimono

kimonoChi ha detto che la moda è da considerarsi un mondo a parte? La moda, così come la quasi totalità delle arti e mestieri che ci circondano, ha assorbito l’ asian influence. Già da un po’ si sentiva parlare di ciò, ma dopo queste Fashion Week ne abbiamo avuto la conferma! Gli stilisti di tutto il mondo hanno infatti risentito del respiro asiatico che sta inondando il mondo occidentale promuovendo novità che, poco a poco, si allontanano dal ciclo classico della moda odierna.

Sulle passerelle avanza l’indumento giapponese per eccellenza, l’unico e inimitabile Kimono, da sempre considerato indumento tradizionale e costume nazionale nipponico.

Il Kimono è un capo caratterizzato dalla tipica forma a T, dalle linee dritte, lungo fino alle caviglie, con colletto e maniche lunghe e molto ampie, caratterizzato da una cintura in vita. La sua nascita risale a molti secoli fa: all’inizio apparteneva ai costumi tradizionali del popolo cinese, gli Han, solo in seguito fu importato in Giappone, tanto da diventare un capo d’abbigliamento molto popolare. L’antesignano del kimono moderno, il Kosode, era considerata semplicemente parte della biancheria intima; in seguito, quando le maniche cominciarono ad allungarsi e, una cintura apposita, chiamata Obi, iniziò a sottolinearne le linee, si elevò a “status” di Kimono.

Marni-kimono-ss-2014Sono tantissimi gli stilisti che hanno importato questo indumento nelle loro collezioni, riattualizzandone le forme, i colori e i tessuti così da offrire un ampio range di scelta. Givenchy ci delizia realizzando il pigiama kimono nella sua variante più sexy e tenebrosa, attenendosi perfettamente alla tradizione che prevede una sovrapposizione scultorea di tessuti che danno origine a questo indumento. Marni ha invece ripreso l’estetica giapponese tradizionale rendendolo contemporaneo e sportivo, creando cosi un mix perfetto di stili.

lusa-kimono-colorata-di-gucciAnche Gucci ha aderito alla “kimono mania”: il kimono diventa sporty-chic e consono a qualsiasi tipo di occasione. L’ utilizzo della seta e della nuance come il rosso, il blu e il nero rendono questo capo eclettico e atemporale.

Stilisti stravaganti, come Anna Sui e Rick Owens, non potevano certo esimersi dal creare una propria versione ed ecco quindi apparire sulle passerelle il “bomber kimono”, firmato Sui e il “ kimono coat” di Owens.

Mai come nel fashion word, Oriente ed Occidente si intersecano per dar vita ad un nuovo stile: la dittatura dei capi attillati può tirare un sospiro di sollievo, con l’arrivo del kimono le linee e le forme cambiano registro.

Giulia Larocca

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?