Echeion RSS
mercoledì, 20 settembre, 2017 10:30

Portobello non è più solo, arriva Festival Park

festivalparkDi mercatini ce ne sono tanti, in tutte le parti del mondo. Se è vero che la capitale inglese porta bandiera col suo eclettico mercatino in Portobello road, beh… a dirla tutta, neanche Milano scherza.

Quello di cui sto per parlarvi si trova precisamente tra Piazzale Cuoco e Piazzale Bologna (per i meneghini), ed ospita all’incirca un centinaio di stand dal contenuto vario.

Procediamo con ordine: attualmente Festival Park rappresenta il più grande mercatino della città lombarda per dimensioni e fama, costituendosi come uno dei migliori spazi di scambio tra privati hobbisti, creativi, rigattieri e non per ultimi collezionisti; aperto ogni domenica dalle ore 7.00 alle 15.00, con i suoi svariati gazebi e tendoni fa letteralmente girar la testa: un attimo prima ti ritrovi fra capi vintage e divise militari autentiche, mentre quello dopo incontri un grammofono e ti chiedi perchè ancora non sia tuo.

festivalpark-mercatinoPer non parlare poi della vasta collezione di francobolli (dal valore forse a loro ignoto), svenduti a quattro soldi per la gioia dei veri intenditori. Chi non ha mai desiderato poi di avere una targa anni ’20 Aperol o un disco in vinile? Senza partita IVA e scontrino fiscale è tutto più facile si sa, e i venditori in questione sanno bene come rendere un prezzo basso, ancora più stracciato.

Di nuova introduzione l’esposizione Festival Car, mentre datate sono le numerose iniziative a scopo benefico e solidale: una tra tutte è riuscita, tramite la onlus Lapsus, a destinare una grossa cifra ai bambini di Beslan.

Oltre agli italiani, sembrano apprezzar molto anche africani, arabi e orientali, a dimostrazione che l’eterogeneità non si specchia solo nei prodotti; è possibile inoltre allestire il proprio spazio alla modica cifra di 25 euro per una domenica soltanto.

festival-parkNoi all’eurocrisi rispondiamo con Festival Park, ogni domenica aperto con oggetti provenienti da tutto il mondo in attesa di esser capiti e apprezzati, ma attenzione è solo per gli amanti di una forma di scambio davvero cosmopolita.

Per gli appassionati di antiquariato, griffe, botanica e altro ancora, nella capitale meneghina vi sono altri esempi di mercatini, molto accattivanti: il Mercatone del Naviglio Grande ( specialmente per l’antiquariato), la Fiera di Sinigaglia (di tutto un po’), Viale Fauch ( occhio alle griffe) e il mercato di Viale Papiniano ( i pollici verdi ne andranno matti).

Indirizzi utili: http://www.festivalpark.it

Roberta Maddalena

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?