Echeion RSS
giovedì, 17 agosto, 2017 11:19

Hai paura del buio?

hai paura del buioArtisti italiani provenienti da ogni settore, dalla musica, dal teatro, dalla danza, dal cinema e dal fumetto; uomini di cultura, di quella cultura underground che combatte ogni giorno per emergere e dare una svolta a questo paese.
Tutti uniti per chiedersi (e chiederci): hai paura del buio?

L’iniziativa è partita da Manuel Agnelli degli Afterhours, band nota nel panorama indie rock italiano, e attorno a lui si sono riuniti artisti di ogni tipo per concretizzare l’iniziativa in un evento che si terrà il 30 agosto a Torino  all’interno del Traffic Festival, il 13 settembre a Roma all’Auditorium Parco della Musica e il 30 ottobre a Milano all’Alcatraz Soleterre ReLOVEution Festival.

La manifestazione prende il nome da uno dei dischi degli Afterhours pubblicato nel 1997 e vuole proporre uno spettacolo dove tutte le arti si uniscono per una causa comune: quella di illuminare un paese dove la cultura ha perso la sua importanza; illuminare tre città e sperare in un futuro risorgimento da un periodo che è oramai, da troppo tempo, buio.

manuel-agnelli-hai-paura-del-buioQueste le parole di Manuel Agnelli: « Hai paura del buio vuole alzare un po’ l’asticella cercando di concentrare e dove possibile mischiare tutte le arti espressive (e anche quelle inespressive). È un modo per prendere posizione sullo stato della cultura e creare un significativo punto di riferimento. Allo stesso tempo, pensiamo a un’occasione per stimolare la comunicazione e interazione tra diverse espressioni artistiche e generare un positivo fermento culturale ».

Tra i più noti protagonisti musicali, oltre ai già citati Afterhours, Daniele Silvestri, Le Luci della Centrale Elettrica, Verdena Maria Antonietta, Emidio Clementi, Fuzz Orchestra, Marta sui Tubi, I Ministri, Dargen D’Amico e il Teatro degli Orrori. Per il cinema Michele Riondino, Antonio Rezza e Flavia Mastrella e Silvia Calderoni e Motus, mentre per quanto riguarda la danza ci saranno ospiti come Eleonora Di Vita e Mariangela Ghilarducci.

Nell’ambito delle arti visive spiccano i nomi di Gipi e Zerocalcare e per il settore di letteratura Chiara GamberalePaolo Giordano.

Vi invito a tenervi informati e, se ne avrete la possibilità, di andare ad almeno uno dei tre eventi per godere di uno spettacolo più unico che raro, ma soprattutto per essere parte attiva di una nuova, folgorante luce italiana.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

Che cosa ne pensi?