Echeion RSS
lunedì, 21 agosto, 2017 9:35

The Rolling Stones: il ritorno è “on fire”

rolling-stones-abu-dhabi-1Cinquant’anni e rotti di carriera, tra alti, bassi, eccessi di ogni tipo. La reincarnazione più comune del “Sex, drugs & Rock ‘n’ Roll” il cui emblema è proprio quella linguaccia, eterno brand di ironica trasgressione e oggi logo iper-inflazionato anche nel mondo della moda. Ventitrè album in bacheca tra riff semplici e graffianti, senza troppe cazzate, strimpellati davanti a folle oceaniche in ogni angolo del mondo. Di capolavori non se ne contano tanti, e a volte a far notizia son state più le avventure nel backstage che non quelle sul palco; ma volente o nolente la storia del “lato sporco della musica” passa sempre da loro.

Keith-RichardsMezzo secolo di tutto questo potrebbe far pensare alla deposizione delle armi e ad un agiato (per usare un eufemismo) ritiro in qualche villa nelle campagne del Surrey; e invece la fame da palcoscenico sembra essere ancora troppo forte per mollare il colpo, soprattutto per un neo-settantenne come Keith Richards, che della vita on the road ha fatto il suo credo (consiglio Life, la biografia ufficiale, per gli interessati) e a cui l’idea di godersi la pensione non sembra andare a genio.

Dall’ultimo lavoro in studio, A Bigger Bang datato 2005, son trascorsi nove anni e l’ultima tranche del tour promozionale dell’album si era conclusa nel 2007. Per la band poi anni di silenzio, progetti solisti a parte, e le voci di un ritiro definitivo che iniziano a farsi insistenti. Abbandonare così però non sarebbe stato nel loro stile, e messe da parte alcune diatribe tra Jagger e Richards (non nuove nella storia della band), il management si è rimesso al lavoro.

The Rolling Stones play in Hyde ParkIn occasione del lancio del greatest hits definitivo GRRR!!!, sfruttando la ricorrenza della cinquantesima primavera, la macchina milionaria degli Stones si è rimessa in moto con una manciata di date tra l’autunno del 2012 (Parigi e Londra) e l’estate successiva in un tour indirizzato quasi tutto verso gli States. Il culmine è stato però in Inghilterra per le attesissime due date conclusive nella storica cornice londinese di Hyde Park il 6 e 13 luglio. Date non casuali vista la ricorrenza del 5 luglio 1969, concerto memorabile che consacrò per la prima volta i Rolling Stones nell’olimpo dei mostri sacri. Il meglio dei due show è contenuto nel DVD Sweet Summer Sun, uscito l’11 novembre scorso.

Il 2014 sarà l’anno di “On Fire”, la tournée forse definitiva che li vede momentaneamente impegnati solo tra marzo e aprile in Giappone, Cina e Oceania; ma voci più che attendibili danno per certa una tranche europea entro l’anno solare (probabilmente in estate). Pare improbabile che l’Europa possa esser lasciata a bocca asciutta da quella che sarà verosimilmente l’ultima tornata live della storia di una band che ha segnato quattro generazioni, che si appresta a chiudere la sua gloriosa storia, e forse un’epoca.

Andrea Carnevali

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

Che cosa ne pensi?