Echeion RSS
sabato, 21 gennaio, 2017 3:55

Ancora loro quattro

18 maggio 2014 Hot News, Sport

Dopo due turni di playoff intensi, con sorprese e colpi di scena, e alle finali di conference ci sono andate le quattro favorite, ossia le quattro squadre che hanno finito ai primi due posti delle rispettive conference. I fabulous four non sono solo nel tennis, hanno passato lo scoglio delle semifinali di conference gli Indiana Pacers e i Miami Heat a est, gli Oklahoma City Thunder e i San Antonio Spurs a ovest.

tim-duncan-san-antonio-spursI San Antonio Spurs sono la squadra che ha passato più agilmente questo turno. Venendo da una serie lunga ed emotivamente provante contro Dallas, la banda di coach Pop aveva bisogno di vincere una serie con poche partite per poter far rifiatare i non più giovanissimi giocatori. Spiegando basket ad altissimi livelli, gli Spurs hanno portato facilmente a casa la serie, concedendo solo una partita ad Aldridge, Lillard e soci. È un peccato per la squadra perdente, la rotazione corta ha caricato troppo i “titolari” lungo la stagione, ma passa il team migliore. San Antonio dovrà affrontare la squadra del neo Mvp Kevin Durant, che ha portato, o meglio, trascinato a forza i suoi compagni fino a questa finale. Okc ha sconfitto i Clippers 4 a 2, in una serie ad alto tasso di testosterone e con molte critiche nei confronti degli arbitri. Lo strapotere di Durant (39 punti in gara 6) e l’energia di Westbrook si sono fatti molto sentire in questa serie ma onore alla sconfitta, che in questa post-season ha dovuto anche affrontare l’inondazione Sterling. Unica nota negativa per i vincitori è l’infortunio a Serge Ibaka, il quale dovrà saltare il resto dei playoff.

lebron-james-miami-heatA est, la squadra che per prima ha raggiunto la finale è la solita Miami, che ha vinto con relativa tranquillità la serie contro i Nets, continuando quindi a giocare meno partite di tutte le avversarie attualmente impegnate nella post-season. Durante la regular season gli Heat avevano perso quattro partite su quattro conto Brooklyn, soffrendo esperienza e fisicità della squadra di KG e Pierce, ma respirando l’aria intrisa di tensione dei playoff, gli Heat hanno cambiato faccia e hanno vinto 4 a 1 contro i Nets. Per il quarto anno consecutivo Lebron e compagni si presentano alla finale di conference, one goal: three-peat! Dovranno affrontare i morti e risorti Pacers di George e West.

kevin-durant-playoff-2014-thunderSempre ad un passo dal baratro e dalla sconfitta, Indiana è riuscita comunque a raggiungere la finale, ritrovando solo nelle ultime partite le geometrie e le giocate difensive che tanto hanno creato problemi agli avversari durante la regular season. Washington esce a testa non alta, altissima, e con la convinzione che oltre al solito Wall, hanno trovato un ragazzino di 21 anni che sa decidere le partite anche nei playoff: Bradley Beal.

Okc–Spurs e Heat–Pacers, che volevate di più? Stasera, ore 21.30 (orario nostrano), comincia la finale a est, martedì alle 3 di mattina quella a ovest. “Le occhiaie da playoff” stanno cominciando a diventare sempre più evidenti, ma per uno spettacolo così…

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

Che cosa ne pensi?