Echeion RSS
lunedì, 21 agosto, 2017 10:41

Immobile non si ferma più

30 marzo 2014 Hot News, Sport

Il suo diciassettesimo gol, siglato martedì sera nell’anticipo della trentesima giornata contro la Roma, lo ha portato in testa alla classifica marcatori, venendo poi controsorpassato il giorno dopo da Carlos Tevez, in una lotta che si preannuncia senza esclusione di colpi fino alla fine della stagione. Si parla di Ciro Immobile, centravanti ventiquattrenne del Torino (ma a metà proprio con la Juventus) il quale sta disputando un campionato strepitoso, rendendosi spesso decisivo con gol e grandi giocate e soprattutto siglando tutti i suoi gol senza calciare rigori.

cerci-immobile-torinoL’accoppiata formata dall’attaccante napoletano e da Cerci (autore di 11 reti ma con quattro rigori) sta facendo faville nel reparto offensivo granata: seconda miglior coppia d’attacco della Serie A (appunto seconda solo al duo Tevez-Llorente) con ben 28 reti. Anche all’Olimpico contro la Roma, una magia di Immobile aveva fatto sognare i tifosi del Torino, il quale è stato però beffato nei minuti finali con il gol di Florenzi che ha lasciato a bocca asciutta la formazione di Ventura. Al termine della gara, Immobile ha commentato il suo gol, visto anche dal Ct della Nazionale Cesare Prandelli, presente in tribuna: «Ho fatto una rete davvero bella, peccato che non sia servita a nulla. Abbiamo giocato un’altra grande partita alla pari di una squadra come la Roma e meritavamo miglior fortuna. La possibilità di andare in Brasile? Sarebbe un sogno: Prandelli mi conosce bene e sa quanto tengo all’Italia. Mancano ancora otto gare al termine della stagione e sta a me dimostrare il mio valore».

Prestazioni di questo tipo non riflettono però l’andamento dei granata, i quali si ritrovano al decimo posto in campionato a ben otto lunghezze dalla zona Europa. La squadra di Ventura ha spesso dimostrato di saper giocare un ottimo calcio, con un buon giro palla e con ripartenze capaci di bucare le difese avversarie; inoltre, la formazione ha diversi interpreti con ottime qualità che, pur giocando partite pregevoli, non sono riusciti a dare la giusta continuità di risultati nelle ultime uscite.

immobile-nazionaleC’è anche da dire che quest’anno il Toro ha subito diversi “torti” arbitrali, i quali certamente hanno contribuito molto all’andamento granata: solo guardando alle ultime giornate si pensi alla gara contro il Napoli, persa 1-0 con la rete di Higuain siglata dopo un’azione condizionata da un fallo dell’argentino ai danni di Glik, oppure proprio all’ultima partita contro la Roma, nella quale Destro ha portato in vantaggio i giallorossi con un gol in fuorigioco. Tutti casi che certo non possono giustificare a pieno i risultati discontinui dei granata ma che certamente condizionano anche il morale della squadra. La posizione in classifica del Torino non lascia molte speranze per raggiungere obiettivi importanti che comunque, finché la matematica lo permette, verranno inseguiti.

immobile-torinoImmobile si è dimostrato finora il trascinatore di questa squadra, e anche lui ha obiettivi da raggiungere: prima di tutto continuare a sfornare importanti prestazioni per guadagnarsi la maglia azzurra per il Brasile, ma altro scopo è quello di aggiudicarsi il primo posto nella classifica marcatori, che non viene vinta da un giocatore del Torino dal lontano 1976/1977, quando nel Toro militava un certo Francesco Ciccio Graziani. Sarebbe certamente strano che un giocatore di una squadra medio-piccola, la quale difficilmente raggiungerà il sesto posto, riuscisse a terminare il campionato in testa alla classifica marcatori, soprattutto segnando più reti di calciatori di esperienza internazionale quali Tevez, Higuain o Balotelli.

Sarebbe certamente strano ma, allo stesso tempo, vedere un giovane giocatore italiano raggiungere tale risultato porterebbe grandi propositi per il futuro. Ciro Immobile sembra non fermarsi più e questa è la dimostrazione che affidarsi ai giovani può anche rivelarsi una scelta vincente.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?