Echeion RSS
giovedì, 21 settembre, 2017 3:01

René Girard colpisce ancora

5 novembre 2013 Sport

lille-monaco-2013-novemberChi l’avrebbe mai detto che dopo dodici giornate avremmo trovato il Lille al secondo posto della classifica, pronto ad insidiare il Psg per la vetta e cinico nel superare il Monaco dopo uno scontro diretto vinto per 2-0, convincendo in questo modo il pubblico e impressionando tutti per l’estrema concretezza presente in tutto ciò che la squadra di mister Girard fa?

Le buone prestazioni mostrate durante le prime giornate dalla squadra allenata fino all’anno scorso da “l’uomo dei miracoli” Rudi Garcia potevano sembrare legate ad un congiungimento astrale favorevole o a un insieme di circostanze che facevano girare tutto per il verso giusto ma, dopo un quarto di campionato, con un secondo posto saldo tra le mani e pienamente meritato, sicuramente non si può più parlare di casualità, soprattutto se si tiene conto di alcuni dati importanti come l’imbattibilità del portiere Vincent Enyeama, la cui porta non viene violata da sette partite per un totale di 675 minuti, e il conseguente primato in quanto difesa meno battuta, con soltanto quattro gol incassati sinora.

rené-girard-lilleIl merito di questo risultato va attribuito sicuramente a tutti i giocatori della rosa, capaci di mostrare finalmente al mondo intero le qualità che hanno sempre tenuto latenti, come nel caso di Salomon Kalou, giocatore ivoriano dalle indubbie qualità tecniche che però in questi anni, tra Chelsea e Lille, non era mai riuscito ad esprimersi al meglio, subendo spesso le critiche di tifosi e stampa. Ma tutto questo è stato possibile non per un risveglio improvviso dei calciatori, piuttosto per l’intervento di una persona che grazie al suo carisma ed alla sua esperienza ha saputo completare appieno l’operato del predecessore Rudi Garcia. Costui è René Girard, già capace di impressionare il panorama calcistico mondiale conquistando la Ligue 1 con il suo Montpellier l’anno in cui il Paris Saint-Germain era stato acquistato dal qatariota Nasser Al-Khelaïfi, con la conseguente campagna acquisti faraonica che però non diede immediatamente i suoi frutti (come invece sperato).

ranieri-monacoOltre a questa conferma del Lille, il match disputato domenica sera allo Stade Pierre-Mauroy è risultato importante anche per un’altra cosa, ovvero per la situazione del Monaco, che in una settimana si è visto ridimensionare gli obiettivi stagionali in seguito all’eliminazione dalla Coppa di Lega e dalla perdita della seconda posizione in classifica. Questi due fatti risultano essere molto importanti poiché in seguito a essi bisogna domandarsi se quella della squadra di Ranieri è stata soltanto una settimana sfortunata o se dopo un avvio di campionato da sogno, nonostante i grandi investimenti fatti sul mercato, il Monaco è stato definitivamente riportato con i piedi per terra.

Per capire ciò non ci resta che seguire lo svolgersi del campionato, che sicuramente regalerà ancora sorprese in abbondanza.

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

Che cosa ne pensi?