Echeion RSS
sabato, 21 gennaio, 2017 2:56

Il boom dei giochi in multiplayer: cosa sono e perché piacciono tanto

Internet ha aperto tutto un nuovo mondo di esperienze condivise che prima non era possibile, e anzi neppure immaginabile, fare. Via web discutiamo con estranei che si trovano dall’altra parte del mondo, possiamo essere collegati in videoconferenza con qualcuno che vive in un altro emisfero, possiamo seguire in diretta un evento che si svolge all’altro capo del globo.

E ovviamente tra queste esperienze ci sono anche quelle meno serie e più ludiche, come il gioco. I giochi in multiplayer sono semplicemente questo: dei giochi che si svolgono online e che prevedono la presenza di più giocatori, tutti collegati allo stesso gioco. L’esempio forse più semplice di gioco online disponibile con multiplayer è la dama. Per giocare a dama anche quando ci si trova in una stanza da soli oggi basta collegarsi a un computer e accedere a una versione di dama in multiplayer, come quella su giochi.ws. Il gioco si collegherà a un altro giocatore e in un battibaleno si potrà giocare con un avversario.

gamer-videogiochi-pcMa i giochi in multiplayer possono anche prevedere la presenza in contemporanea di migliaia e migliaia di giocatori, tutti connessi tra di loro e ovviamente pronti anche a interagire e, perché no, magari formare delle community dedicate ai loro mondi virtuali. È il caso per esempio dei MMORPG (acronimo che sta per Massive Multiplayer Online Role Play Game, cioè gioco di ruolo online con multiplayer di massa), veri e propri “giochi mondo” che possono includere anche decine di milioni di utenti. Il più famoso MMORPG al mondo è probabilmente World of Warcraft, anche se sta vivendo un periodo di decadenza rispetto a altri giochi più recenti e nuovi, come Destiny, Heartstone e Heroes of the Storm, che può essere trovato sul sito ufficiale del gioco.

video-giocatori-videogiochiAlcuni MMORPG particolarmente amati e frequentati permettono agli utenti di coalizzarsi, formando delle alleanze utili a sconfiggere i nemici, aiutandosi a vicenda e divertendosi di più. È così che nascono i clan, delle organizzazioni di utenti alleati che si sostengono a vicenda. È proprio con riferimento a questa tattica dei giocatori che è nato uno dei giochi con multiplayer più famosi del momento, Clash of Clans.

Insomma, in rete è possibile trovare dai giochi tradizionali che prevedono la presenza di due soli giocatori (dama o scacchi), ai giochi che ne prevedono di più (da scala 40 a Risiko), fino ad arrivare a giochi MMORPG con 70 milioni di utenti. Ciò che conta è divertirsi insieme, di fronte a uno o più avversari che condividano la nostra stessa passione per un gioco.

Gianvito Ricchiuti

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici

Condividi

I Topic trattati

Che cosa ne pensi?